www.liberalsocialisti.org/ news/ Morta Alda Croce, figlia di Benedetto Croce

Morta Alda Croce, figlia di Benedetto Croce



11 luglio 2009.
Č morta nella notte di venerdì 10, a Napoli, Alda Croce, secondogenita del filosofo Benedetto e di Adele Rossi. I funerali si svolgono oggi, in forma privata e laica, alla Cappella Croce nel cimitero di Poggioreale, a Napoli.

Nata nel 1918, ha collaborato con il padre e ha curato e custodito l’Archivio oltre ad aver sorvegliato le vicende editoriali dei volumi di Croce, carte inedite incluse. Presidente della Fondazione Biblioteca 'Benedetto Croce'.

Il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi l’aveva insignita dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce.

Promotrice di battaglie civili per la difesa dell’ambiente, per la messa in salvo di monumenti e palazzi napoletani, per la protezione degli animali, è stata una protagonista centrale e discreta della cultura italiana del Novecento.

Saggista, è stata autrice di una monumentale biografia su Francesco De Sanctis.

Nel corso della sua vita ha ricevuto anche il Premio Cortese per la cultura e per l’ambiente.

«Ho vissuto con lei 25 anni, Alda è stata una donna colta, con una profonda formazione umanistica» . Così lo storico Piero Craveri, nipote del filosofo Benedetto Croce.

Benedetto Croce, abruzzese di nascita (Pescasseroli 1866), visse sempre a Napoli. Ebbe quattro figlie dalla moglie piemontese, sua allieva, Adele Rossi. Le figlie: Elena, Alda, Lidia e Silvia sono tutte conosciute nel mondo intellettuale napoletano e nazionale come letterate, ecologiste, promotrici di impegnativi avvenimenti culturali e scientifici.
Ad eccezione di Elena Croce che risiedeva a Roma, le tre sorelle minori hanno abitato a Napoli. La figlia Lidia Croce ha avuto dal grande scrittore polacco Gustav Herling, due figli, Marta, madre di Gustavo, e Benedetto, padre di Patrizio.

Il 'Partito d'Azione Liberalsocialista' e 'Sinistra Laica Liberalsocialista' si inchinano riverenti di fronte ad una Figura rara, testimone e promotrice di vita civile e intellettuale di questo caro, amaro Paese.
Questo articolo è stato letto 1289 volte.