www.liberalsocialisti.org/ azioni/ Corriere di Caserta, 14 luglio 2005.

Corriere di Caserta, 14 luglio 2005.

- Presentati i progetti dell'ente locale: 7mila euro per l'Informagiovani, 20mila per i randagi.
- Comune, più soldi ai cani che ai... giovani.

di Franco Terracciano

PARETE - Più attenzione per i cani randagi che per i giovani. E' quanto emerge dal Peg 2005 presentato dall'amministrazione del sindaco Pietro Volpe. A fronte di un impegno di spesa di 7 mila euro per l'Informagiovani si rileva un accantonamento di spesa di 20 mila euro per il ricovero dei cani randagi. Spulciando il Peg 2005 vengono fuori altre curiose novità. La spesa sociale e culturale del Comune raggiunge la ragguardevole cifra di 104mila euro, spaziando tra Festa della Madonna, Pro Loco, Informagiovani e associazioni sportive e religiose: 22 mila euro sono previsti per interventi culturali e sportivi; 28mila euro per interventi a favore degli anziani; 15 mila euro per contributi per la Festa della Madonna della Rotonda, per i poveri del paese è prevista una cifra pari a 32 mila euro. Sindaco, assessori e consiglieri comunali costano alla comunità 57 mila euro all'anno. Multe e verbali dei vigili urbani raggiungono il tetto dei 125mila euro. Tuttavia per i giovani del paese l'attenzione è minima: non sono previste rassegne estive di tipo musicale o culturale, l'Informagiovani negli ultimi anni ha subito cambiamenti di sede e di personale addetto e non è adeguatamente pubblicizzato.

Lo sportello unico per le imprese, che doveva facilitare lo sviluppo di nuove attività economiche, non decolla. Un'impresa per poter iniziare un'attività deve sottoporsi a un iter lungo e tortuoso: Asl, Vigili del fuoco, Camera di Commercio, Inps e, per ultimo, la Via (Valutazione d'impatto ambientale) la cui autorizzazione può richiedere anche 250 giorni.

Ecco perché le energie più vitali e intraprendenti del paese preferiscono realizzare altrove i loro progetti e investimenti. Per i giovani paretani gli unici spazi sociali sono i bar e le piazze del paese. D'altra parte, come sottolineato dal presidente della Provincia Sandro De Franciscis nella recente manifestazione anticamorra tenutasi nel paese, i giovani paretani sono isolati e penalizzati dai trasporti pubblici dal momento che, per esempio, da anni non c'è un collegamento diretto con Napoli. Molte sono state le promesse dei vari rappresentanti politici per attivare almeno un collegamento diretto con la metropolitana di Piscinola. L'ultima in ordine di tempo è stata lanciata durante la recente competizione elettorale dal rappresentante dell'Udc, Salvatore Balivo. Sperare non porta pena. Intanto è "il treno del sole" la linea ferroviaria più utilizzata dai giovani paretani: un viaggio al momento di sola andata per unirsi ad altri emigranti o raggiungere nuove destinazioni.
Questo articolo è stato letto 1243 volte.