www.liberalsocialisti.org/ Regioni ed enti locali - Parete/ Presentata la lista del 'Partito d'Azione Liberalsocialista' a Parete (CE), Comune di 10.000 abitanti, per le elezioni del 28-29 maggio 2006

Presentata la lista del 'Partito d'Azione Liberalsocialista' a Parete (CE), Comune di 10.000 abitanti, per le elezioni del 28-29 maggio 2006




1 maggio 2006.
Con uno sforzo eroico i compagni della sezione 'Bruno Zevi' del Partito d'Azione Liberalsocialista sono riusciti a presentare la lista del Partito per le prossime elezioni comunali del 28-29 maggio 2006, raccogliendo intorno al candidato sindaco prof. Nicola Terracciano i 20 candidati consiglieri e 132 firme di cittadini per la sottoscrizione della lista, come prevede la legge elettorale per i Comuni al di sopra dei 10.000 abitanti.

Essa è in competizione democratica con la lista dell'Ulivo, di una civica nella quale sono confluiti Alleanza Nazionale, Forza Italia, i Socialisti Democratici Italiani-Rosa nel Pugno, già aderenti del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, membri dell'Udeur e dell'Italia dei Valori. Fa uno strano effetto vedere vicino al muro delle sezioni della Rosa nel Pugno' Fratelli Rosselli' e di Rifondazione Comunista Sezione'Gramsci' le liste e i nomi di membri di Allenza Nazionale e di Forza Italia. Per reazione a questo pasticcio l'ala più dura della destra ha promosso una lista di 'Azione Sociale' della Mussolini.

Saranno quindi quattro le liste in competizione per l'attribuzione dei 20 seggi previsti.

La lista dell'Ulivo (Democratici di Sinistra con l'aggiunta di esponenti del primo circolo della Margherita legati al centro-sinistra, mentre il principale esponente del secondo circolo della Margherita si è schierato nella lista civica con i rappresentanti di Forza Italia e di Alleanza Nazionale) è capeggiata da una esponente DS, già capogruppo nella passata consiliatura, sulla quale pende un rinvio a giudizio dell'Antimafia, dopo un avviso di garanzia, per note vicende di autorizzazioni urbanistiche non ritenute legali.

Il programma della lista del Partito d'Azione Liberalsocialista presentato con la lista è il seguente:

ELEZIONI COMUNALI DI PARETE (CE) DEL 28 -29 MAGGIO 2006

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2006-2011
DELLA LISTA RECANTE IL CONTRASSEGNO COSI’ DESCRITTO”
“Cerchio nero con sfondo in nero, le scritte al centro in bianco ‘Terracciano” in grande, e “sindaco” sotto in piccolo, un esagono rosso nel fondo in basso con dentro la scritta ’Partito d’Azione Liberalsocialista’, ed in alto, in semicerchio, le parole ’Onestà e coerenza”

La lista recante il contrassegno sopra descritto assume come sue stelle polari i principi fondamentali delle Costituzioni della Repubblica Italiana, dell’Unione Europea e le indicazioni analitiche fondamentali, ancora attuali del programma della lista ‘Insieme per la Città’ del 2001, di cui si considera una delle più coerenti eredi. Esse si riferiscono ai temi della salute, della casa, del lavoro e dell’impresa, della scuola, dell’Università, dei giovani, degli anziani, delle donne, dell’educazione alla legalità, della cultura, della lingua napoletana, delle tradizioni, del dovere della memoria e di una nuova storia di Parete, dello sport, degli organi, degli uffici, del personale del Comune, del settore dell’urbanistica (con l’esigenza attuale di forti miglioramenti del nuovo piano regolatore), del decentramento, della partecipazione popolare, della solidarietà, dei collegamenti con Aversa, Caserta, Giugliano, Napoli, dei Paretani emigrati, delle collaborazioni e delle forme associative con i Comuni vicini, dell’educazione all’Europa, degli immigrati, della protezione della natura e degli animali, del rispetto verso i Morti.

Dopo anni ed anni di egemonia, spesso clientelare e arrogante, dei partiti di centro-sinistra, in particolare dei Democratici di Sinistra, oltre dei già Popolari ed ora Margherita, con l’appendice dei Socialisti Democratici Italiani, e di fronte all’incapacità delle forze di centro-destra (Forza Italia e Allenza Nazionale) di contrapporsi incisivamente a livello politico e amministrativo, riducendosi a pochi, sporadici momenti di opposizione, la nostra cara Parete si presenta ancora oggi alle prese con drammatici e complessi problemi irrisolti:

1) disordinatamente conurbata con Lusciano, Trentola Ducenta e Giugliano, ridotta cioè in molte parti del suo abitato ad un triste e grigio dormitorio, senza fondamentali elementi di vivibilità in termini di collegamenti, di spazi e di servizi sociali;
2) esposta ad ogni tipo di inquinamento, con una qualità dell’aria piena di pericolosità, di cui non si conosce ancora l’entità, pur dopo la chiusura non bonificata delle vicine discariche, con tralicci elettrici che passano pericolosamente sopra le abitazioni, con antenne di telefonia sparpagliate disordinatamente e pericolosamente per l’abitato, a partire dalla scandalosa e illegale collocazione sul tetto della Chiesa parrocchiale, vincolando la comunale torre campanaria;
3) un sistema idrico fatiscente, che costringe i cittadini a dotarsi di depositi e a consumare ingiustamente energia elettrica;
4) un traffico difficoltoso e parcheggi insufficienti;
5) centinaia e centinaia di cittadini paretani costretti ad emigrare per la mancanza di lavoro e per le ridotte iniziative imprenditoriali;
6) immigrati comunitari ed extra-comunitari non integrati ed addetti a lavori precari, se non clandestini;
7) un sistema scolastico non all’altezza delle sue potenzialità;
8) i pochi spazi pubblici e comunitari insufficienti ed esposti all’abbandono e al degrado;
9) un livello minimo di vita civile e culturale moderna, che è sintomo e causa del disagio sociale e delle posizioni ultime che ha la provincia di Caserta per qualità della vita tra tutte le province italiane;
10) una vita politica non veramente democratica all’interno e all’esterno delle sedi deputate;
11) un’ordinaria amministrazione sul Comune, che non è assolutamente adeguata alla gravità ed alla complessità dei problemi.

A questo drammatico e sempre più grave quadro, realistico e non contestabile, gli esponenti della lista intendono contrapporre un’altra idea di Parete, un progetto politico-amministrativo alternativo.

Occorrono una straordinaria mobilitazione delle migliori energie paretane, a partire dai giovani e dalle donne, ed una straordinaria animazione democratica, affinché pervenga alla gestione comunale un gruppo che sappia fare opera di governo nuovo sul territorio e si sappia confrontare con i Comuni vicini (specialmente con Giugliano, il più grande Comune della Provincia di Napoli, che circonda per tre lati il piccolo territorio di Parete) e con le Province di Caserta e di Napoli, per governare insieme i complessi problemi della conurbazione e della trasformazione dell’area metropolitana di Napoli.

La nostra cara Parete deve avere uno scatto politico, amministrativo, civile, culturale, per essere all’altezza, per rivendicare ed esercitare un suo insostituibile ruolo, per portare il suo contributo di cittadina moderna e civile, di luogo bello da vivere e da abitare, come tante cittadine del Centro-Nord.

Occorre spezzare anzitutto le catene del passato, della clientela, del servilismo, dell’ignoranza, della presunzione, dell’arroganza, della cattiveria.

Già con i cinque anni (2001-2006) di opposizione costante, tenace, responsabile del consigliere prof. Nicola Terracciano alla gestione così spesso inadeguata, clientelare, dissipatrice del pubblico denaro dell’Ulivo (DS-PPI, poi Margherita, SDI, ora Rosa nel Pugno), si è dato un contributo fondamentale per far nascere un nuovo clima civile e democratico nel paese, con critiche che non hanno mai toccato le persone o le famiglie, ma solo i comportamenti politici e amministrativi, con proposte per il bene di Parete, per l’uso giusto del denaro dei cittadini, per i diritti della povera gente, spingendo ad uscire dal clima ristretto e spesso di piccole cerchie di potere, nelle quali ancora si svolge la vita politica locale.

In quel solco già avviato da cinque anni, con le forze ed i limiti inevitabili di avere un solo consigliere, intendiamo muoverci e chiedere a testa alta la fiducia, il voto dei cittadini e delle cittadine di Parete, che possono fidarsi di noi, che siamo stati e saremo seri, responsabili, coerenti, testimoni e promotori di LIBERTA’, DI GIUSTIZIA SOCIALE, DI LEGALITA’. "

CANDIDATI ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE

1) D’Angelo Maria nata a Succivo (CE) il 4/10/1960
2) Di Sarno Carolina nata a Parete (CE) il 15/4/1960
3) Iuliano Stefano nato a Parete (CE) il 14/8/1936
4) D’Alterio Michele nato a Parete (CE) il 23/1/1943
5) D’Alessandro Paola nata a Villarica (NA) il 7/2/1964
6) D’Alterio Fabio nato ad Aversa (CE) il 20/11/1976
7) Ventriglia Lucianna nata a Lusciano (CE) il 4/5/1959
8) Marzano Concetta nata ad Aversa (CE) il 26/5/1971
9) Ruffo Violante nato ad Aversa (CE) il 7/9/1974
10) Di Bello Giovanni nato a Frattamaggiore (NA) il 21/4/1971
11) Pollastro Carmine nato a Napoli il 10/7/1975
12) Stabile Gabriella nata a Codigoro (FE) il 12/3/1962
13) Mele Salvatore nato a Napoli il 22/9/1960
14) Micillo Antonietta nata ad Aversa (NA) il 14/4/1967
15) Morra Vincenzo nato a Napoli il 7/6/1969
16) Pollastro Tommaso nato a Napoli il 24/5/1984
17) Tramontano Carlo nato a Napoli il 27/11/1976
18) Vitale Filomena nata a Napoli il 21/6/1979
19) Pollastro Luigi nato a Napoli il 7/4/1978
20) Mascagna Donatella nata a Napoli il 1/4/1962

Questo articolo è stato letto 1268 volte.