www.liberalsocialisti.org/ azioni/ Numero unico per il 5 aprile

Numero unico per il 5 aprile


Lunedì 5 Aprile 2004 ore 15.00, Roma Centro Congressi, Sala Decori 2, Via Cavour 50 a


SINISTRA LIBERALSOCIALISTA

Primo Coordinamento Nazionale


Filippo Turati, Carlo Rosselli, Sandro Pertini, Ferruccio Parri


Giacomo Matteotti

UN PROGETTO - UNA PROPOSTA


“Dopo tante tragedie e tante confusioni, ancora permanenti, occorre preliminarmente partire da una più chiara, precisa identità, dallo stesso nome. Non più solo 'socialista, ma 'liberalsocialista.

Poi forza dichiaratamente di 'sinistra', per impianto ideale e naturale posizione storica, con qualificazione necessaria, giacchè nel panorama politico nazionale e locale si sono visti e si vedono cosiddetti 'socialisti' collocati a destra o annebbiati in posizioni centriste.

Poi riferimento al nuovo, ineludibile orizzonte europeo, con il collegamento, a partire dal simbolo, col Partito Socialista Europeo, e collegamento anzitutto con le tradizioni laburiste del mondo anglo-sassone, per le loro storie così profondamente e sostanzialmente liberalsocialiste, che possono quindi aiutare a precisare e consolidare una definitiva e solida posizione liberalsocialista.

Essa è, non può non essere, pertanto, assolutamente autonoma dalle confusioni permanenti dell'Ulivo, dallo SDI, che si è annegato in esso, dalle posizioni dei Comunisti Italiani nell'Ulivo, dal Partito della Rifondazione Comunista, anche se vede e segue con attenzione il coraggioso tentativo di abbandonare, in occasione delle Europee, la stessa non sostenibile denominazione 'comunista' per un interessante, aperto 'Partito della Sinistra Europea', esplicitazione a livello delle competizioni nazionali del gruppo nel quale sono collocati nel Parlamento Europeo i rappresentati dei partiti comunisti europei, ancora poco chiaro nella ispirazione di fondo, come dice la sua stessa denominazione, ancora incapace di fare i conti con la storia (e che conti le tradizioni comuniste europee devono ancora fare!), ma comunque in cammino.

E' naturalmente in contrapposizione storico-ideale, democratica, ma non demagogica, alla Casa delle Libertà, alla Lega Nord, con le sue sciagurate tendenze secessioniste, che offendono le conquiste fondamentali del Risorgimento e dell'Antifascismo repubblicani liberaldemocratici, liberalsocialisti, con le sue argomentate ispirazioni anche federaliste, da Cattaneo al Partito Sardo d'Azione di Bellieni e Lussu del 1921, al Manifesto di Ventotene.

SINISTRA LIBERALSOCIALISTA ha l'ambizione di radicarsi a partire dalla gente, dai problemi concreti, specialmente dei più umili, dei più deboli socialmente, per dimostrare nei fatti, sperimentalmente, lo stile di governo di una sinistra liberalsocialista. Essa si alleerà solo con quelle forze e con quegli uomini di sinistra-centro, che siano stati e siano di altrettanto rigore autocritico e lo dimostrino nei fatti, e non solo a parole.

SINISTRA LIBERALSOCIALISTA non ha fretta. La fretta è cattiva consigliera. Occorre, come diceva Salvemini, il maestro di concretezza e di rigore ideale socialista liberale, un lavoro di anni a pane e acqua su alcuni punti concreti fondamentali, che condizionano in modo negativo la vita della gente, del paese, battendoli e ribattendoli, articolandoli a livello locale soprattutto, per aprire spazi di liberazione reale nell'ansimante vita quotidiana della gente umile ed onesta ed evitare il declino, in cui la nostra cara Italia si sta incanalando.

Solo alle condizioni sopra indicate possiamo rialzare, a testa alta e con orgoglio, la bandiera antica e nobile del socialismo, che non può che essere, per chiarezza e verità, 'liberalsocialismo', con una formazione federale e federativa, rispettosa ed esaltatrice delle varietà regionali e locali, senza centralismi e burocrazia professionistica, che, nel nome e negli intenti, vuole essere erede e riattualizzare nel presente e per il futuro il meglio che ha espresso la complessa, complicata, a volte tragica, storia del socialismo italiano.

SINISTRA LIBERALSOCIALISTA è diretta democraticamente dai suoi promotori e responsabili legali, che si impegnano a non allontanarsi mai dalle sue linee ideali, politiche e programmatiche, liberamente accettate, a farlo vivere organizzativamente, ad uniformarsi alle sue deliberazioni. “ (Da”Le radici storiche di’Sinistra Liberalsocialista’ “– www.sinistraliberalsta.org )

Intendiamo creare una forza politica schierata a sinistra, nel suo naturale alveo storico, in Italia come in Europa, con le doverose rivisitazioni ed autocritiche, una formazione snella che si riferisca al Partito Socialista Europeo e che risponda ai cittadini, non un partito delle nomenclature o delle tessere o un partito-famiglia. Intendiamo farlo ricostruendo il retroterra sociale di un movimento costituito da un patto organico fra intellighenzia , la classe produttiva e sindacati, questi ultimi da sempre nerbo tradizionale e non prescindibile di tutte le socialdemocrazie europee. Senza di questo non può nascere una leadership politica di sinistra coraggiosa ma ragionevole e di qualità che nulla ha a che vedere con la vecchia ideologia antagonista che ne ha formato l'identità storica…L'idealità di 'Sinistra LiberalSocialista' rimane di attualità a livello mondiale ed europeo, come termine che definisce una scelta di campo chiara, mentre 'Riformismo' rappresenta un'attitudine generica, di cui chiunque può fregiarsi, a destra come a sinistra. In confronto dialettico con le altre forze di sinistra, ci si impegnerà a trovare soluzioni ai problemi aperti nel Paese, dalla ricerca allo sviluppo, al diritto al lavoro, dalla sanità all'industria, all'ambiente, dall'immigrazione alla giustizia, alla laicità dello stato, insidiata da recenti leggi del governo Berlusconi…Dopo il massacro dei socialisti, la rinascita e' stata tentata dallo sfruttamento sia del garofano che lasciamo ad altri, sia del nome di Bettino Craxi, la cui opera politica va lasciata al giudizio della storia, senza strumentalizzazioni. Si intende quindi voltare pagina con nuove idee, nuovi uomini e nuovi simboli, per recuperare la forza ideale di un tempo specie dando una prospettiva alle nuove generazioni che si sono affacciate solo da qualche lustro alla politica.

La Sinistra Liberalsocialista è una prospettiva che dal passato si apre verso il futuro e verso le forze sindacali e sociali, e che costituisce l'anima dell'Internazionale Socialista e del Laburismo nel mondo anglosassone. L'Italia ha una tradizione di Sinistra Liberalsocialista che, dal Risorgimento all'Antifascismo all'età repubblicana, ha sempre testimoniato o cercato di tradurre l'intimo nesso tra socialismo , lavoro e libertà, trovando in Carlo Rosselli, insieme a Turati, Matteotti, Parri e Pertini, le incarnazioni più alte e più nobili di una vocazione sia di opposizione costruttiva e mai demagogica , che di governo democratico e rigoroso. (da “Il programma politico di ‘Sinistra Liberalsocialista’ “– www.sinistraliberlasocialista.org )

Il Comitato promotore è stato formalmente costituito da Claudio Nicolini, Antonio Rugiero, Nicola Terracciano, con sede presso Terracciano –Via Fosse dell’Olivo, 2 – Parco Formia Mare- 04023 Formia(LT) – tel.fax.segr.tel. 0771/726308 – 338/7513794. Altri numeri: 320/1899516 – 335/8259593 -348/6534253.

E’ stato attivato, a cura dei promotori, un sito: www.sinistraliberalsocialista.org , che contiene tutti i documenti fondamentali per inquadrare in modo più articolato l’iniziativa dal punto di vista storico, programmatico, delle iniziative.
Per contatti via e-mail: info@sinistraliberalsocialista.org

E’ stato lanciato un appello di sostengo all’iniziativa, anche nella prospettiva delle elezioni europee e amministrative del 13 giugno 2004, aperta a singoli e gruppi, firmato tra i primi dai docenti universitari proff. Parodi (Genova), Gaspa (Sassari), Piacentino (Cassino), Contu (Cagliari), dal dott. Ferloni (Università di Genova).

Chi è interessato è pregato di mettersi in contatto con ‘Sinistra Liberalsocialista’ agli indirizzi, alle persone sopra indicate., compilando il seguente modulo:

Nome_______________________Cognome___________________

Via_________________________n______CAP________Comune___________________Prov.______

Tel.______________Telefonino_______________E-mail_____________

Professione_____________________

Disposto a:

- essere informato

- partecipare a livello individuale

- organizzare un club o gruppo

- dare un contributo di euro_________

(sbarrare ciò che si sceglie)

data____________ Firma

___________________________________


Questo articolo è stato letto 1247 volte.